Forum Scuola di Maria

Sulla Vita Spirituale
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 La Sete di Gesù

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
emanuela

avatar

Numero di messaggi : 62
Data d'iscrizione : 04.04.06

MessaggioTitolo: La Sete di Gesù   Ven 13 Giu - 23:23

Caro Jean,
frequentando il Corso sul Vangelo di Giovanni l’impressione sempre più forte che se ne trae, è che ad ogni passo, ad ogni Segno, Giovanni voglia farci sentire sempre più forte la “Sete di Gesù” per noi, che sulla Croce diventa un grido. In Isaia 53 poi, troviamo il Suo Volto Sfigurato, le Sue Piaghe, ed in queste ritroviamo il nostro volto sfigurato, irriconoscibile agli occhi di Dio e nelle Sue Piaghe, le nostre. Sempre in Isaia 53: “noi tutti eravamo sperduti come un gregge, ognuno di noi seguiva la sua strada”.
Gli uomini e le donne che hanno visto, toccato e ascoltato Gesù sono molto diversi da quelli di oggi, l’uomo si è “evoluto” negli oltre 2000 anni trascorsi (almeno così si dice), ma nella coscienza spirituale siamo rimasti tali e quali: sfigurati e pieni di piaghe sempre più profonde, sperduti e ognuno per la sua strada come allora. E la sete che Gesù ha di noi “poveri ricchi” ? Non può più essere la stessa la nostra vita dal momento in cui “sappiamo” che Gesù ha sete di noi, ma cosa fare e come! Per risvegliare le nostre coscienze tu ci hai indicato la strada: “abitare, mangiare e farsi magiare dalla Parola” e la Preghiera del Cuore e non ti stanchi di ripetere ed incitare (GRAZIE) perché siamo poveri, ma ignoriamo di esserlo, lo siamo, ma non ne abbiamo coscienza e Gesù … aspetta… e il tempo passa…
Grazie mille, a presto
Emanuela
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Anna Maria

avatar

Numero di messaggi : 93
Data d'iscrizione : 29.10.06

MessaggioTitolo: Re: La Sete di Gesù   Gio 7 Ago - 20:50

Cara Emanuela,
ciò che scrivi è molto bello e mi fa pensare a S.Teresa di Lisieux e a Madre Teresa di Calcutta.
Entrambe, infatti, hanno avuto un profondo desiderio di dissetare Gesù, consolarlo dell'indifferenza di tanta gente, spegnere la sua sete di amore, amarlo negli altri lasciandosi amare da lui, aprirsi ai flutti di tenerezza che sono racchiusi nel suo cuore perchè quest'amore non è accolto come dovrebbe. Il grido di Gesù è stato determinante in ciascuna delle loro vite, che sono diventate un'appassionata risposta al suo amore assetato.

S. Teresina nel suo Manoscritto A scrive: "Il grido di Gesù sulla Croce mi eccheggiava continuamente nel cuore: "Ho sete!". Queste parole accendevano in me un ardore sconosciuto e vivissimo... Volli dare da bere all'Amato, e mi sentii io stessa divorata dalla sete delle anime." (MA 134)
E nel Manoscritto B dice: "Ah! lo sento più che mai, Gesù è assetato, non incontra se non ingrati e indifferenti tra i discepoli del mondo, e tra i suoi stessi discepoli trova pochi cuori i quali si abbandonino a lui senza riserve, e capiscano la tenerezza del suo amore infinito." (MB 243)

In una delle sue preghiere più belle, Madre Teresa dice a Gesù:
"Dolce Signore, sazierò la tua sete per le anime con il mio amore ardente per te. Il mio calice sarà colmo d'amore e di sacrifici compiuti per te, sazierò sempre più la tua sete per le anime, in unione con Maria, la nostra Regina, sazierò la tua sete".
Sì, occorre "rimanere accanto a Maria, per ascoltare il grido di Gesù: "Ho sete" e rispondervi con tutto il cuore. È soltanto con Maria che possiamo udire il grido di Gesù: "Ho sete"". Questo è ciò che scrive alle sue consorelle Missionarie della Carità nell'ultima lettera a loro indirizzata (datata 5 settembre 1997, poche ore prima di morire). E conclude dicendo: "rimaniamo molto piccole e seguiamo la via di S. Teresina, quella della fiducia, dell'amore e della gioia, in modo da portare a compimento la promessa della Madre di donare santi alla Madre Chiesa."
Grazie di cuore e a presto!
Anna
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
marisa

avatar

Numero di messaggi : 10
Data d'iscrizione : 11.04.06

MessaggioTitolo: Re: La Sete di Gesù   Ven 8 Ago - 11:42

gia! come fare? se pensiamo a tutto quello che sentiamo nei telegiornali a tutta la miseria materiale e morale in cui siamo immersi, a me viene una depressione e un mal di cuore , un senso di impotenza e penso anche a voi succeda la stessa cosa.
Ma se Dio permette tutto ciò avrà pure un senso! noi tutti sappiamo darci delle risposte in merito. Si, ma intanto cosa si può fare?
La settimana scorsa hanno dato in TV (ogni tanto c'è qualcosa di buono)
un reportage sulla vita di Maria Teresa di Calcutta e alla giornalista che le domandava "ma come fa in mezzo a questo grande bisogno, a dare una risposta a tutti?" La risposta è stata: " io non incontro tutti, ma una persona per volta, una".
Lo dico soprattutto a me stessa, non scoraggiamoci e preghiamo perchè Lui ci conceda l'opportunità di toglierGli un pò di sete.
Grazie Manu per la tua riflessione, molto bella
Un abbraccio a tutti Marisa
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Anna Maria

avatar

Numero di messaggi : 93
Data d'iscrizione : 29.10.06

MessaggioTitolo: Re: La Sete di Gesù   Ven 8 Ago - 17:21

Cara Marisa,
hai ragione... se pensiamo a tutta l'indifferenza, alla miseria e al male che ci sono sulla Terra, non si può far altro che sentirsi impotenti.
Gesù però sulla Croce ha già vinto tutto il Male e a noi ora è chiesta solo una cosa, che possiamo fare da subito: donarGli il nostro cuore e accogliere il Suo Amore. Solo così Egli potrà "venire, vivere e agire" in noi (come dice S.Teresina) ogni giorno di più, fino a quando diventerà un grande albero.
Sai, mi piace pensare alle piante, che ogni giorno nel silenzio e nel nascondimento svolgono un lavoro molto prezioso per tutta la biosfera. Esse infatti assorbono l'anidride carbonica presente nell'atmosfera e, grazie all'energia della luce solare, la trasformano in ossigeno, indispensabile per la vita sulla Terra. Anche noi possiamo fare questo tutti i giorni, anzi ad ogni istante!
Un abbraccio a tutti anche da parte mia e a presto!
Anna
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
emanuela

avatar

Numero di messaggi : 62
Data d'iscrizione : 04.04.06

MessaggioTitolo: Re: La Sete di Gesù   Mar 12 Ago - 16:36

Cari amici,
è molto bello il paragone che fai Anna con la sintesi clorofilliana!
Mi ha fatto pensare che anche noi siamo "alberi" o per lo meno lo possiamo (dobbiamo) diventare se permettiamo al Seme ricevuto nel Battesimo che è già presente in noi, di crescere e diventare albero. Anche questo Seme ha sete dell'acqua Viva che solo Gesù può dare per crescere e fare di noi alberi che danno finalmente frutto (come spesso Jean ci ricorda!). Alberi che si nutrono dell'Amore Divino e questo restituiscono alla "biosfera" !
Quindi anche noi abbiamo sete del Signore così come il Signore ne ha di noi, ma se non avessimo incontrato gli insegnamenti di Jean, avremmo avuto la consapevolezza di questa reciproca Sete?
Chi ha il compito di insegnarci a dissetare e nutrire il nostro Seme?
La risposta forse ovvia è la Chiesa, i Sacerdoti, ma anch'essi come e da chi sono nutriti?
Grazie, a presto
Emanuela
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Anna Maria

avatar

Numero di messaggi : 93
Data d'iscrizione : 29.10.06

MessaggioTitolo: Re: La Sete di Gesù   Mer 13 Ago - 12:48

Cara Emanuela,
in base a quello che sto iniziando a capire, dovrebbe essere il ramo sacerdotale della Chiesa a trasmettere nelle parrocchie questi insegnamenti a tutti, attraverso la predicazione e la catechesi per le varie fasce d'età.
A sua volta però il ramo sacerdotale dovrebbe attingere da quello profetico, per ricevere formazione, aggiornamenti e materiali didattici.
Purtroppo gli insegnamenti che abbiamo ricevuto da Jean non si trovano normalmente nelle parrocchie e nemmeno negli istituti religiosi. E allora chi deve trasmetterli se non noi che li abbiamo ricevuti? Questo ora è il nostro compito ed è una grande responsabilità: le persone intorno a noi, infatti, ne sono assetate, anche se forse non ne hanno la consapevolezza.
Se noi oggi prendiamo la nostra responsabilità, questi insegnamenti un giorno diventeranno la normalità nella Chiesa. Pensa come sarebbe bello se tutti i semi diventassero degli alberi... avremmo una foresta... e quanto lavoro potrebbe fare!
San Paolo, nella lettera ai Romani, dice che "La creazione stessa attende con impazienza la rivelazione dei figli di Dio" (Rm 8, 19). Non abbiamo tempo da perdere allora!
Un saluto a tutti e buona festa dell'Assunta!
Anna
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: La Sete di Gesù   

Tornare in alto Andare in basso
 
La Sete di Gesù
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La seconda venuta di Gesù Cristo
» Diabete gestazionale e glicemia durante la gravidanza
» GIOCO DELL'OCA : pretesto per veicolare tanti apprendimenti

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Scuola di Maria :: Forum Scuola di Maria-
Andare verso: