Forum Scuola di Maria

Sulla Vita Spirituale
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Associazione "Scuola di Maria"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Manfri49

avatar

Numero di messaggi : 31
Data d'iscrizione : 22.03.06

MessaggioTitolo: Associazione "Scuola di Maria"   Dom 23 Nov - 13:05

Cari fratelli e sorelle in Cristo e Maria,
è con la gioia nel cuore che annuncio, in qualità di presidente e unitamente ai cari amici e soci fondatori, che il 21 novembre scorso è nata ufficialmente l' Associazione Scuola di Maria. Tale fondazione è avvenuta secondo le norme del diritto civile perchè, per il diritto ecclesiastico, essa già eisteva come "Associazione privata di fedeli" dal 2003. Fortemente voluta da noi e in risposta alla chiamata della Madonna, la Scuola vuole dare questo messaggio a tutti quanti ci conoscono e a quanti, pur non conoscendoci, desiderassero camminare con noi "alla scuola di Maria".
Chiunque volesse avere ulteriori notizie e informazioni in merito, può telefonare ai seguenti recapiti: 3470390102 (Manfredi) - 3355659837 (Emanuela) o contattarci a: a.scuoladimaria@alice.it o semplicemente visitare il sito: www.scuoladiMaria.info .
Buona domenica ai frequentatori del forum.
Manfredi
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Jean
Admin
avatar

Numero di messaggi : 550
Localisation : Londra
Data d'iscrizione : 19.03.06

MessaggioTitolo: Re: Associazione "Scuola di Maria"   Gio 12 Mar - 21:48

Se permettete, e se Giancarlo me lo permette, vi metto cio' che mi ha scritto.

COLLOCAZIONE DELLA SCUOLA DI MARIA

L’oggetto, o il problema se si vuole, sarebbe quello della collocazione della “ Scuola di Maria “ nell’ambito pastorale. In un primo tempo avevo l’impressione che non ci fosse spazio per una esperienza del genere perché erano già tutti occupati, più o meno bene o più o meno male, da altri gruppi. Altre volte mi pareva che l’attenzione era prevalentemente posta sull’apparire.

La lettura di un insegnamento tenuto nel 1983 da Raniero Cantalamessa alla Convocazione Nazionale del Rinnovamento dello Spirito, mi ha suggerito la felice intuizione di una risposta.

Occorreva cercare la risposta nella natura e nel fondamento della Scuola di Maria, in niente altro cioè che nel suo spirito e nel suo contenuto: cioè nel tentativo di ricercare alle sorgenti della “ Mistica cristiana “i motivi di un rinnovamento spirituale ed interiore che si potesse poi espandere, per inerzia o per forza sua intrinseca, nella pastorale d’insieme della comunità.

Se la Scuola di Maria, attraverso lo studio dei mistici ed in particolare dei mistici carmelitani, e tra di loro in modo ancora più particolare santa Teresa d’Avila, San Giovanni della Croce e santa Teresa di Lisieux, fosse riuscita ad accendere una Luce o un Fuoco in ciascuno di noi, avrebbe già raggiunto il suo scopo, perché tale Luce e tale Fuoco non potevano restare invisibili e inattivi là dove ciascuno di noi si venisse a trovare.

Il Problema sarebbe stato allora come fare perché tale Luce e tale Fuoco trovasse alimento continuo.

Venendo meno l’apporto del Maestro che ci ha iniziato a questa “ sapienza “, pur nella certezza che lo Spirito Santo non cesserà di soffiare su ciascuno di noi dove e come vuole, come fare per riconoscere lo Spirito stesso, perché è necessario che lo Spirito si “ incarni “ in qualche cosa di concreto.

Teresa stessa aveva fondato dei Monasteri, cioè delle piccole comunità, dove le sue figlie avrebbero potuto, nella preghiera, nel silenzio, e nella meditazione raccolta, “ camminare” verso l’Unione con Dio.

Non può essere questo il caso per dei laici impegnati ed affaccendati come noi? Appunto: monaci laici. E allora?

Occorre forse che alcuni di noi prenda il posto del “ Maestro “ e, restando in stretto e costante contatto tra loro e con lui, sotto la sua guida, riescano ad impostare un cammino comune. Per far questo occorrerebbe stabilire:

1° chi ci tiene a continuare questo cammino. ( Ad una scuola ci si iscrive ).

2° stabilire un numero di gruppi (essendo una Scuola si potrebbe parlare di classi) secondo il numero di chi aderisce, in modo da rendere possibile uno scambio comunicativo e interpersonale.

3° Scegliere (anche tirandolo a sorte, dopo aver pregato naturalmente - vedi il caso di san Mattia - ) un coordinatore o animatore del gruppo o della classe stessa, tale che possa tenere i contatti con gli altri animatori per un riferimento sempre attuale con il Maestro.

4° Favorire di tanto in tanto anche un incontro comunitario con tutti i componenti della Scuola di Maria.

L’avvertimento, dato da Cantalamessa perché le cose non scivolino via, è tratto da Galati 3,1:
“ Siete così privi d’intelligenza che, dopo aver incominciato con lo Spirito, ora volete finire con la carne? “

Si tratta di capire il nostro carisma. Ciò che piace a Gesù è la assoluta povertà, il fatto di non aver un passato e nemmeno un futuro. Essere quasi un nulla, una cosa piccola - piccola, gratuita. Come istituzione ci deve bastare la Chiesa. Ciò a cui ci chiama Gesù è l’unione con Lui.

A noi non è richiesto di capitalizzare ma di spendere tutto e subito.
Una vita cristiana interamente consacrata a Dio, senza né fondatore, né regola, né congregazione nuovi.
Fondatore: Gesù, regola: il Vangelo interpretato dallo Spirito Santo, congregazione: la Chiesa.

Finire con la carne significa ricadere nelle cose vecchie.
Isaia 33,14: “ Il nostro Dio è un fuoco divorante, chi di noi può abitare tra fiamme perenni? “. Questa è stata la nostra esperienza spirituale, saremo fedeli? O ci ripiegheremo sulle cose da fare, in un vuoto affaccendarsi? Metteremo la fiaccola accesa sotto il moggio? Un conto è trovarsi insieme per pregare, altro trovarsi insieme per discutere di preghiera. Altrimenti riaffiora il ritualismo: fare le cose senza lo Spirito.

Finire con al carne significa esteriorità : preoccuparsi eccessivamente della nostra immagine esterna, di ciò che si dice e si pensa di noi, oppure rendere pubblico ciò che il Signore opera in noi e per noi (è bene tenere nascosto il segreto del re).
“ Non suonare la tromba davanti a te, non sappia la tua destra cosa fa la sinistra ” anche se a volte ci pare bene far conoscere le meraviglie del Signore. Ma questo è un camminare sul filo del rasoio.

Finire con la carne è la tentazione di voler fare tutto: volontariato, scuola, cultura, opere sociali… e magari perdere il proprio carisma peculiare. Alla fine tutti fanno le stesse cose e ci si fa concorrenza. Questo è orgoglio.
San Francesco: “ Fratelli Dio ci chiama per la via della semplicità. Egli vi confonderà per mezzo della vostra scienza… e allora farete ritorno con vergogna alla vostra vocazione“ (Fonti Francescane n.1673)

Domandiamoci allora qual è il nostro carisma. Non è forse risvegliare delle vite cristiane sopite o spente? Fatto questo, tutto sarà possibile poi. Affidiamoci al dinamismo dello Spirito e non a forme di attivismo umano." (Giancarlo)
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.amorvincit.com
Jean
Admin
avatar

Numero di messaggi : 550
Localisation : Londra
Data d'iscrizione : 19.03.06

MessaggioTitolo: Re: Associazione "Scuola di Maria"   Gio 12 Mar - 22:02

A chi si interessa di queste problematiche, del "dopo i Corsi cosa fare?" vi invito prima di tutto a leggere e rileggere, nella preghiera, il libro sulla Scuola di Maria. E' li che si trova il Progetto attuale della Scuola di Maria ("attuale", non altri tempi). E' li che potrete capire meglio il significato della Scuola, il suo proposito.
Ho sempre detto di capire l'esigenza di fare qualche cosa nel dopo Corsi, come incontrarsi per pregare insieme, per parlare di vita spirituale, per non lasciare il fuoco spegnersi.
Capirlo lo capisco, anzi l'incoraggiavo e lo incoraggio tutt'ora! E' normale.
Ma prenderne cura (fare la pastorale del dopo Scuola) l'ho evitato, non per mancanza di buona volontà, ma per mancanza di tempo e di disponibilità fisica. Insegnare, scrivere e accompagnare (alcuni), in quatro lingue, credo mi basta. I sacerdoti, se non nascono dalla Scuola e per la Scuola non possono occuparsi della Scuola, perchè bisogna essere consacrato a questa opera. Totalmente. I Sacerdoti che ci hanno aiutati hanno altre cose anche da gestire, o altre visioni delle cose. Per carità, c'è bisogno di tutto nella Chiesa.
Siamo in un tempo di urgenza prioritaria per la Costituzione di questo "Corpus dottrinale" del quale parlo nel libro sulla Scuola. Siamo in un tempo di urgenza, di "crisi" di crescita, e abbiamo bisogno del cibo. Alcuni di voi aiutano nella preparazione di questo Cibo.

Alcuni di voi, in altri paesi hanno costituito dei gruppi e sono andati avanti cosi, con un capo locale e con anche insegnamenti locali (altri dai miei ma in consonnanza e remota supervisione).
Non mi sono mai opposto! Si, sono stati creati alcuni piccoli gruppi...
Non posso fare tutto!
Preghiamo che Dio ci mandi giovani che abbiano voglia di dedicare la loro vita per la Scuola, nel Sacerdozio. C'e nè uno già in Fr. e preghiamo per lui, e cerchiamo vie per crescere mantenendo la linea.

Suggerimenti?

abbraccio
a tutti

Jean
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.amorvincit.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Associazione "Scuola di Maria"   

Tornare in alto Andare in basso
 
Associazione "Scuola di Maria"
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» "Numeri amici del..." - classe prima scuola primaria
» "Sperimentazione di matematica" in una scuola dell'infanzia
» da "il fatto quotidiano"
» Cerco "Introduzione a Foscolo" di Terzoli
» dal libro "dimagrire x sempre...."

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Scuola di Maria :: Forum Scuola di Maria-
Andare verso: